WordPress: centinaia di siti in pericolo

WordPress: centinaia di siti in pericolo

WordPress è il famoso CMS che permette di poter creare siti web, portali , blog ed e-commerce.
Utilizzato da milioni di persone in tutto il mondo è di vitale importanza prestare la massima attenzione in particolar modo per quanto riguarda l’aggiunta di determinate funzionalità che permettono di poter espandere le sue potenzialità.

Visto l’incredibile possibilità di personalizzazione e la relativa velocità con il quale è possibile creare un sito web WordPress è diventato presto uno dei sistemi più famosi e utilizzati nel mondo del web.

Per CMS si intende “content management system” ovvero sistema di gestione dei contenuti, wordpress è uno dei tanti e deve la sua fama alla possibilità di poterlo personalizzare come si vuole con l’aggiunta di temi, plugin o applicando personalizzazioni sul codice.

Un plugin non è altro che un estensione che permette di poter aggiungere delle funzionalità al portale , ne esistono a centinaia sia gratuite che a pagamento.

Da anni esistono vari correnti di pensiero sull’uso di WordPress , in particolar modo tra sviluppatori professionisti di soluzioni per il web e “aspiranti tali”.
La programmazione richiede studio continuo e l’espansione di siti web creati con questo strumento porta ad una certa diffidenza da chi scrive a mano ogni singola funzionalità.
Ma questo è un’altro discorso che approfondiremo successivamente.

Visto l’enorme quantità di materiale che è possibile installare su WordPress è necessario porre particolare attenzione a quanti e quali plugin vengono utilizzati.
Wordpress funziona un po come un computer e un numero enorme di funzionalità non solo può appesantire e rallentare l’interno progetto ma anche esporlo a rischi di sicurezza.

Non a caso vengono rilasciati continuamente aggiornamenti , che in caso di mancata applicazione , possono esporre il sito ad attacchi da parte di malintenzionati con conseguenza perdita di dati o dell’interno portale.

Non è raro infatti imbattersi sul web in siti web “bucati” o segnalati come pericolosi.

Come difendersi ?

Ecco alcuni consigli se hai un portale sviluppato in WordPress

  • Scegliere solo software originale proveniente da fonti attendibili o dallo store di WordPress
  • Se puoi farne a meno fallo! Non sempre la scelta di un plugin è la strada giusta a volte bastano poche righe di codice per eseguire la stessa funzionalità
  • Tenere sempre il sito aggiornato
  • Creare una copia di backup e tenerla sempre al sicuro
  • Scegliere password complesse e differenti per portale , spazio web e database
  • Affidati ad un professionista

 

Non sai come fare ?
Scopri Farmad Shield la soluzione completa sicura ed efficace per tenere protetto e sicuro il tuo sito web
Contattati