COMUNICAZIONE SOCIAL PER FARMACIE: POCHI CONSIGLI PER FARLA BENE

COMUNICAZIONE SOCIAL PER FARMACIE: POCHI CONSIGLI PER FARLA BENE

 

Quali sono i social media preferiti dai pazienti di una farmacia? Come comunicano e quali sono gli argomenti che attirano il loro interesse?

Per le farmacie che vogliono accrescere visibilità e traffico, i social media rappresentano una leva economica ed efficace. A patto però che venga allestito a monte un piano di comunicazione in cui siano formulati con lucidità gli interessi dei pazienti cui si rivolge, gli obiettivi promozionali della farmacia e la piattaforma “social” prescelta.

  • La scelta della piattaforma social

Per avere visibilità online, serve continuità: meglio allora concentrarsi su un unico canale social che si sa di poter alimentare con regolarità piuttosto che andare su diverse piattaforme e poi essere presenti in modo sporadico.

Già, ma quale scegliere? L’indicazione è quella di buttarsi sul canale che consente di raggiungere la maggior parte dei clienti della farmacia. Facebook, Twitter o Instagram, sono di solito le piattaforme più frequentate, ma la scelta del canale social dipende innanzitutto dall’obiettivo di comunicazione e dal tipo di business del farmacista. Se il farmacista aspira a collaborare con altri attori della sua filiera, il canale più adatto è Linkedin; se invece vuole coinvolgere i suoi clienti, meglio Facebook o anche Instagram.

  • Professionalità e responsabilità

Il richiamo alla responsabilità è interesse anche dell’impresa. La farmacia che persegue una presenza solida e corretta sui social media ha buone probabilità di risultare più visibile di altre: con l’arrivo delle catene la concorrenza tra esercizi per conquistarsi la fiducia del cliente crescerà esponenzialmente e una presenza autorevole e professionale sui canali social potrebbe diventare agli occhi del paziente un ottimo motivo per preferire una farmacia a un’altra: il tono con cui si scrive e l’empatia del farmacista, in particolare, possono fare la differenza soprattutto quando il confronto è tra una farmacia indipendente e un punto vendita di una grande catena.

  • Non solo promozioni

É giusto promuovere prodotti e servizi della farmacia, ma bisogna farlo sempre con moderazione se ci si vuole porre sempre in maniera professionale agli occhi dei propri clienti. Pianificare i contenuti social per stare al passo con la stagionalità: i disturbi del freddo, i consigli per chi parte in vacanza e così via. i contenuti commerciali restano allineati ai reali bisogni del pubblico e non si sconfina nel consumeristico. Il farmacista dovrebbe anche valutare la possibilità di promuovere i propri messaggi mediante annunci a pagamento. Se c’è la possibilità di stanziare un piccolo budget, la pubblicità via social è un’opzione da tenere presente perché può raggiungere il pubblico della farmacia in modo estremamente efficace. 

  • Misurare i risultati

E’ opportuno controllare sempre risultati ed efficacia dei messaggi/post, per misurare l’impatto commerciale della propria comunicazione e affinare la strategia di marketing. Per farlo basta leggere le statistiche che compaiono nella pagina di Facebook dedicata all’azienda oppure nella sezione analitica dell’account Twitter. Visto poi che l’obiettivo di ogni comunicazione social è, in ultima analisi, quello di allargare il pubblico della farmacia, è sempre possibile lanciare di tanto in tanto un sondaggio informale per chiedere ai clienti pareri e suggerimenti. Verifica e misurazione dei risultati, però, non devono diventare un’ossessione: per molti farmacisti, è già fonte di gratificazione la possibilità di parlare e dare consigli via internet.