Abituarsi ai plantari ortopedici 

You are currently viewing Abituarsi ai plantari ortopedici 

Abituarsi ai plantari ortopedici è un percorso graduale.

Perché?

Il primo periodo di utilizzo del plantare è chiamato proprio Fase di Adattamento.

Un periodo necessario per abituarsi a camminare in un altro modo, né facile né difficile, bensì diverso.

Prima di entrare nel merito dell’abituarsi al plantare, presentiamo una breve descrizione nonché informazioni sulla salute del piede e sull’importanza del plantare.

Quando siamo di fronte  a conformazioni plantari anomale accade che la funzionalità del piede sia compromessa con possibili conseguenze sull’apparato muscolare degli arti inferiori e osteoarticolare, cioè ginocchia, schiena e bacino.

L’analisi che si è eseguita sulle pressioni plantari  in statica e in dinamica, hanno permesso la preparazione del plantare perché non si creino danni o lesioni alla struttura del piede.

Ecco allora che è già possibile dare cenni su come abituarsi ai plantari: se ci siamo conformati a un passo o un appoggio sbagliato, dovremo iniziare nuovamente a imparare a camminare.

Un  appoggio alterato  nella statica e nella dinamica del passo dell’atleta, ad esempio,  può ripercuotersi sia nel suo rendimento, causando maggiore fatica e minore resa durante l’esercizio, sia nella formazione di lesioni locali al piede e più in generale all’arto inferiore e alla colonna.

In ambito sportivo l’analisi delle pressioni plantari è utile nella progettazione di scarpe e plantari su misura.

Scarpe e plantari personalizzati riescono a compensare le alterazioni anatomiche e di carico in modo che, nella fase d’impatto del piede al suolo, il peso del corpo venga ripartito in maniera corretta sulla pianta del piede.

Abituarsi ai plantari dicevamo è un piccolo percorso, non si può negare che il paziente avverta nei primi giorni di utilizzo un certo fastidio.

Può risultare difficile per un corpo che ha sempre camminato in un certo modo abituarsi a camminare in un modo totalmente diverso, scaricare il peso su zone diverse e attivare l’utilizzo di tutto il corpo in relazione alla camminata in maniera differente.

Per usare bene i plantari e abituarsi ai plantari  è necessario indossare le scarpe adatte, ricordiamo che scarpe aperte come i sandali, mal si adattano al plantare.

Una volta inserito il plantare nella scarpa stringata sarà bene usarlo gradualmente, aumentando il suo tempo di utilizzo nel tempo.

Potremo usarlo per 1 ora il primo giorno, 2 ore dopo la prima settimana e via via aumentando la durata di vestizione.

Sempre bene rivolgersi al proprio podologo per i suggerimenti più adatti alla propria persona.

 

Per tutte le informazioni chiamaci all’800 92 60 80 

oppur compila il form qui